6 STRATEGIE PER OTTIMIZZARE GLI HASHTAG SU INSTAGRAM PER LE AZIENDE

di Francesco Porrello

Gli hashtag su Instagram rappresentano uno strumento potentissimo per aumentare la visibilità online di qualsiasi attività ed attrarre nuovi clienti per il tuo business.

Servirsi di una buona strategia di hashtag ti permette di raggiungere un numero più elevato di utenti perfettamente in target.

Cosa vuol dire?

Chi arriverà sul tuo profilo attraverso gli hashtag che hai utilizzato per i tuoi post sarà già interessato ai tuoi prodotti/servizi e aumenterai esponenzialmente la possibilità di convertirli da semplici visitatori a clienti paganti.

SENZA SPENDERE UN EURO IN PUBBLICITA’.

Impara ad ottimizzare gli hashtag su Instagram per farti trovare dai tuoi potenziali clienti e raggiungere il tuo target ideale in modo gratuito.

 

#1. UTILIZZA HASHTAG COERENTI

Usare gli hashtag su Instagram è uno dei modi più semplici per mostrare i tuoi contenuti ad un numero più elevato possibile di utenti in modo strategico.

Quanti hashtag dovresti inserire in ciascun post?

Il numero massimo consentito è 30:

  • Qualcuno afferma che bisognerebbe sempre utilizzarli tutti, per dare al post maggiori opportunità di essere trovato;
  • Altri ritengono invece che basterebbe utilizzare dai 3 ai 5 hashtag super rilevanti, per evitare di usarne troppi ed essere considerati spam.

Quindi, chi ha ragione?

Entrambi!

Per avere successo su Instagram è indispensabile utilizzare solo hashtag che siano coerenti con i tuoi contenuti, con la tua audience e con il tuo business.

 

Aggiungere hashtag troppo trafficati ma non pertinenti ai tuoi contenuti può seriamente danneggiare l’immagine della tua attività; gli utenti si sentiranno ingannati, perderanno fiducia nel tuo brand e potrebbero segnalare l’impertinenza ad Instagram, che potrebbe oscurare a quest’ultimo il tuo profilo.

Non sai da dove partire? Eccoti alcuni rapidi modi per trovare gli hashtag giusti per Instagram.

 

#2: ANALIZZA IL VOLUME DEI POST POST PER HASHTAG

Una volta identificato il gruppo di hashtag che vuoi utilizzare per farti trovare dal tuo target ideale è importante capire qual è il volume dei post di ogni singolo hashtag.

Cosa significa volume di un hashtag?

Se un hashtag è troppo popolare il tuo contenuto si confonderà con tutti gli altri, facendoti perdere la possibilità di posizionarti; al contrario, se un hashtag contiene pochi post vuol dire che non è molto utilizzato, quindi meglio lasciar perdere.

Il volume ideale di un hashtag perfetto per attrarre clienti si aggira sui 100/200 mila post; questo quantitativo certifica un’adeguata attività attorno a quei contenuti.

In tal senso, possiamo distinguere due concetti fondamentali:

  • hashtag di nicchia: colpire un tipo di seguito molto fedele al tuo brand.

  • hashtag di tendenza: possono dare ai tuoi contenuti un boost istantaneo.

 

Il miglior modo per sfruttare ottimizzare il posizionamento su Instagram è quello di mescolare hashtag di piccole, medie e grandi dimensioni.

Ogni business ha la propria formula per ottimizzare l’utilizzo degli hashtag, ma con diversi tentativi e altrettanti errori riuscirai a trovare la combinazione vincente per la tua attività.

 

#3: CATALOGA GLI HASHTAG IN BASE A BRAND, SETTORE, AUDIENCE E LOCATION

Un altro step fondamentale per ottimizzare la tua strategia è quello di suddividere gli hashtag in categorie, per averli sempre a disposizione e promuovere la tua attività su Instagram in modo strategico

Identifica gli assets fondamentali del tuo business e organizzali nelle seguenti categorie:

 

BRAND: considera quegli hashtag che desideri che la tua audience utilizzi quando parla di te online; può semplicemente essere il nome del tuo brand o variabili personalizzate (es.: #realloudmarketing #realgramitalia).

SETTORE: considera quali hashtag possono essere più pertinenti al tuo settore d’appartenenza o al prodotto che vuoi distribuire con tutte le caratteristiche possibili annesse (es.: #marketing #socialmedia).

AUDIENCE: utilizza hashtag che rappresentino o che tocchino i sentimenti dei tuoi clienti o che facciano leva sui loro bisogni (es.: #clientiOnline #GestioneInstagram).

LOCATION: non dimenticare gli hashtag inerenti alla location! Oltre a taggare la location in un post, puoi anche aggiungere hashtag da poter utilizzare nella tua community locale (es.: #italia #roma #brescia).

 

Inserendo tutte queste categorie all’interno dei tuoi post, raggiungerai un pubblico molto ampio e perfettamente in target, cosa che può aiutarti ad accrescere il tuo seguito su Instagram e trovare nuovi clienti.

 

#4: MANTIENI I TUOI HASHTAG ORDINATI

Gli hashtag possono essere la soluzione migliore per aumentare il tuo seguito su Instagram; ma bisogna essere cauti, poiché se non inseriti in modo ordinato potrebbero far apparire il tuo profilo trascurato e poco professionale.

Come posso tenere ordinati gli hashtag nei miei post?

Un metodo molto efficace per mantenere la caption ordinata e semplice da leggere è quello di aggiungere una linea divisoria tra la descrizione principale e gli hashtag; questa semplice azione terrà gli hastag evidentemente separati da tutto il resto, così da rendere più estetico e ordinato l’aspetto del post.

Potrebbe essere più difficile del previsto dato che Instagram rimuove automaticamente le linee divisorie, ma è sufficiente impaginare la caption in una qualsiasi applicazione di note esterna ad Instagram ed eseguire l’azione copia-incolla.

CAPTION O COMMENTI? QUAL E' IL POSTO GIUSTO?

Instagram permette l’inserimento degli hashtag in entrambi gli spazi.

L’unica reale differenza è lo scarto di tempo che passa tra la pubblicazione del post e la pubblicazione del commento, di conseguenza, ogni utente può decidere tra le due opzioni in base alla propria preferenza.

 

#5: NON DIMENTICARE GLI HASTAG NELLE INSTAGRAM STORIES

Sai che puoi aggiungere i tuoi hashtag anche nelle Instagram stories?

Aggiungere hashtag alle tue Instagram stories è un ottimo metodo per dare ai tuoi contenuti una chance in più di essere trovati da un nuovo pubblico.

Quando le persone cercano un hashtag specifico su Instagram, se è abbastanza popolare, sarà possibile vedere tutte le Instagram stories che contengono quell’hashtag, compresa la tua!

In ogni storia puoi inserire fino ad un massimo di 10 hashtag, incluso un adesivo cliccabile.

Se sei spaventato dall’impatto visivo che gli hashtag possono avere sull’estetica della tua storia, ad esempio che ricoprano quasi totalmente i tuoi contenuti, puoi semplicemente rimpicciolirli a tuo piacimento o anche nasconderli totalmente.

Attento!

Non rimpicciolire troppo il testo perché se risulta essere illeggibile Instagram lo rimuoverà, impedendo di conseguenza la presenza della tua storia all’interno dell’hashtag.

Puoi anche inserire gli hashtag sullo sfondo della tua storia, utilizzando come background dell’hashtag un colore simile a quello dello sfondo; in questo modo potrai mantenere un impatto visivo ed estetico piacevole per il tuo pubblico.

Questo metodo funziona molto con sfondi che presentano colorazioni solide e ben definite.

 

#6: EVITA GLI HASHTAG BANNATI DA INSTAGRAM

Ultimo ma non per importanza, evita di usare hashtag bannati da Instagram.

Gli hashtag bannati vengono etichettati e disabilitati poiché non rispettano le linee guida della community, rendendone l’utilizzo totalmente inutile per l’esposizione del brand.

Anche gli hashtag all’apparenza più innocenti a volte possono essere stati bannati, quindi consigliamo sempre un rapido controllo prima della pubblicazione del contenuto.

Puoi controllare se un hashtag è stato bannato inserendolo nella barra di ricerca di Instagram; in tal caso, ti verrà immediatamente segnalato.

Ottimizzare gli hashtag è solo una piccola parte di una strategia di Instagram Marketing; scopri quali sono le migliori tecniche per  ottenere il massimo dal tuo profilo aziendale su Instagram!

 

 

1 commenti

uscazizqby

Muchas gracias. ?Como puedo iniciar sesion?

Lascia un commento